×
Altre destinazioni ×

Cosa vedere a Bilbao in 3 giorni?

Bilbao occupa un posto di spicco nella geografia dell’anima basca, ma esistono anche altri luoghi dove affonda le sue profonde radici. Proprio per questo, visto che 72 ore ti danno la possibilità di fare molto, il percorso che ti suggeriamo ti farà conoscere Bilbao e i dintorni per comprendere meglio l’essenza del popolo basco, impressa nelle famose Siete Calles del Casco Viejo, ma anche nel porto di pesca di Mundaka, nelle scogliere di San Juan de Gaztelugatxe, nel simbolico Albero del Gernika o nell’avanguardistico Museo Guggenheim. E, ovviamente, nella cucina, nei sapori dei pintxos, del marmitako, dei fagioli di Gernika, del formaggio Idiazábal…

Un viaggio di tre giorni direttamente nel cuore del popolo basco.

Giorno 1 Giorno 2 Giorno 3

Itinerario giorno 1

10.00-12.00

Bilbao La Vieja

L'antico quartiere operaio e "allegro" di Bilbao è oggi un posto bohémien e multiculturale dove la gentrificazione è giunta di pari passo ai progetti culturali quali BilboArte e BilboRock, una sala concerti situata nella chiesa del convento de La Merced.

12.30-14.00

Casco Viejo

Attraversando l'Estuario viaggiamo agli inizi di Bilbao: in una passeggiata nelle Siete Calles dove nel 1300 ha visto la luce la città di Bilbao, non può mancare qualche pintxo o una sosta in posti emblematici come la Cattedrale di Santiago o il Mercato della Ribera.

14.30-15.30

Restaurante Pentxo

La frase "tranquillità e buon cibo" calza a pennello al ristorante di Prudencio García (più conosciuto come Pentxo) e famiglia. Il menù del giorno, con 8 primi, 8 secondi e 8 dessert a scelta, non delude mai.

16.00-17.00

Plaza Nueva

Dopo aver mangiato, niente di meglio di un caffè in uno dei bar della piazza, da secoli centro della vita sociale e commerciale e testimone dei tradizionali "Regocijos" bilbaini (feste veneziane).

17.30-20.00

Basilica di Nuestra Señora de Begoña

Le scale delle Calzadas de Mallona portano fino a questo tempio del XVI secolo dedicato alla patrona di Biscaglia, “Amatxu” per i bilbaini. Vale la pena di conoscere la sua accidentata storia.

20.00-21.30

Parco Etxebarría, Comune e Giardini del Arenal

Dal parco Etxebarria, con la sua ciminiera in mattoni in ricordo della fonderia che si trovava in questo punto, scendiamo al monumentale Comune del XIX secolo e ai Giardini del Arenal nei pressi dell'Estuario.

22:00-00:00

Ristorante Ibaizabal

Nel ristorante Ibaizabal, situato al pianoterra e con arredi moderni e creativi, ti propone di degustare dei piatti tradizionali della cucina locale preparati con una materia prima di qualità. Questi succulenti sapori possono essere accompagnati da alcuni vini selezionati dell'enoteca del ristorante.

Itinerario giorno 2

10.00-11.30

San Juan de Gaztelugatxe

A soli 45 minuti in auto da Bilbao ci attende questo straordinario isolotto, collegato alla terraferma mediante un ponte, sulla cui cima si erge l'eremo del X secolo. Non è puramente casuale che sia una delle location della serie Il trono di Spade.

12.00-14.30

Bermeo e Mundaka

Seguendo la costa vale la pena di fermarsi a passeggiare nel porto di questi villaggi di mare. A Mundaka, inoltre, le viste dell'estuario di Urdaibai dall'eremo di Santa Catilina sono uniche.

14.30-16.00

Asador Portuondo

Con una posizione privilegiata nella riserva della biosfera di Urdaibai, questo antico casolare con viste incredibili sull'estuario offre frutti di mare provenienti dal loro allevamento e la migliore carne e pesce alla brace.

16.30-19.00

Kortezubi

Situato sul versante del monte Ereñozar, in questo paesino possiamo visitare il bosco dipinto di Oma e la famosa Grotta di Santimamiñe, con un elevato valore archeologico per le sue pitture rupestri.

19.30-21.30

Gernika

Famosa per il quadro di Picasso sull'atroce bombardamento subito nel 1937, Gernika è molto più di questo: ospita la Casa de Juntas e l'Albero di Gernika, simbolo del popolo basco, e un interessante Museo di Euskal Herria.

21.30-22.30

Ristorante Boliña El Viejo

Una taverna di lunga tradizione, situata al centro della località, la cui decorazione ci riporta indietro nel tempo. Buon prezzo, cortesia e la cucina basca tradizionale di sempre. Andarsene senza aver provato prima i fagioli di Gernika e il merluzzo sarebbe un vero peccato.

Itinerario giorno 3

09.30-12.00

Museo Guggenheim

Il centro di arte contemporanea inaugurato nel 1997, una sintesi perfetta del passato industriale e l'attuale cosmopolitismo di Bilbao, è diventato l'icona universale della città grazie a Frank Gehry.

12.30-14.00

Funicolare e belvedere di Artxanda

La bellissima funicolare rossa inaugurata nel 1915 ci fa volare sulla città fino alla cima del monte Artxanda, un posto tradizionale di svago per i bilbaini sin dal XIX secolo. Le viste su Bilbao non hanno prezzo.

14.30-16.00

Txakoli Simón

Non puoi andartene da Bilbao senza aver provato prima una costoletta alla brace, il piatto forte di questo ristorante in stile tradizionale, e un vino bianco txakoli delle aree ricreative del monte Artxanda che coltivavano questo vino tipico.

16.30-18.30

Paseo Abandoibarra y Deusto

Il dopo-pranzo è più piacevole con una passeggiata lungo l'estuario per poi attraversare il ponte Euskalduna e scoprire il quartiere studentesco di Deusto, che ospita la famosa università.

19.00- 21.00

Ensanche

Vale la pena di visitare la Plaza Moyúa e la Gran Vía de Don Diego López de Haro per conoscere il Palazzo Foral, i fosteritos (tettoie in acciaio e vetro situate all'ingresso della metropolitana) e la monumentale architettura dell'Ensanche (progetto urbanistico di ampliamento), che risale al XIX secolo.

21.00-22.30

La Viña del Ensanche

Uno dei migliori ristoranti della città, con prezzi modici. Questo locale di tapas e pintxos fondato nel 1927 offre come specialità il prosciutto iberico, il baccalà alla piastra e le crocchette.

Giorno 1 Giorno 2 Giorno 3