Cosa fare a barcellona: visitare il Born
LETTURA

Cosa fare a Barcellona: visitare il Born

Cosa fare a Barcellona: visitare il Born

A Barcellona puoi sentire la brezza marina e vedere il mare mentre bagna i tuoi piedi e il giorno stesso contemplare il tramonto da una terrazza con vista sulla montagna e su tutta la città. Ma Barcellona non è solo natura e spiaggia… ogni angolo nasconde un museo, un teatro, un ristorante, arte e musica, e ogni quartiere della città vanta una spiccata personalità e un fascino straordinario.

In realtà Barcellona è una di quelle città che si scoprono senza cartina, lasciandosi guidare dall’intuizione. Dopo una passeggiata nel quartiere del Raval e dopo un buon mojito sulla terrazza panoramica dell’hotel Barceló Raval, cerca dall’alto il quartiere del Born e, una volta in strada, perditi in quella direzione. L’hotel, insieme al dinamismo vivace delle Ramblas, ha un disegno cosmpolita che offre il miglior brunch di tutta Barcellona e dispone di Wi-Fi gratuito. Il murale di Jorge Ochagavia a 360º sulla terrazza dell’hotel è un’opera maestra che non ti devi assolutamente perdere:

Tra la spiaggia della Barceloneta e la Via Laietana, nel quartiere dell’Eixample, si raccoglie il Born, un luogo con il fascino del paesino, ma con le offerte della grande città, a soli dieci minuti dalla famosa Rambla di Barcellona. Noto anche come La Ribera, all’epoca medievale era un luogo dove venivano organizzati tornei. Ora è uno dei quartieri più alla moda della Ciudad Condal e ripercorrere le sue stradine strette vuol dire intraprendere un viaggio nel tempo.

Le strade anguste, di estrema difficoltà per chi guida, sboccano in piazze ampie e luminose, pieni di bar all’aperto sempre molto affollati. I quattro luoghi di interesse del quartiere sono: il Mercato del Born, un antico palazzo in ferro e vetro che all’interno conserva ancora dei resti archeologici e che è stato trasformato in un centro culturale; la chiesa di Santa María del Mar, nella piazza che porta il suo nome, a cui si accede dalla magica calle Argentaria; il Palazzo della Musica, un impressionante edificio modernista dove vedere un concerto (o magari fare una visita guidata); e il Museo Picasso.

A parte questo, una delle attrazioni principali del quartiere sono i piccoli negozi artigianali, come StudioStore, con disegni curiosi, La Clinique, con occhiali per tutti i gusti o Ivo and Co, dove trovare le decorazioni più originali per la casa. Sono disseminati in mezzo a un numero infinito di bar, il rifugio perfetto per prendere l’aperitivo nel fine settimana, come il Bormuth, davanti al Mercat del Born, dove recuperare le forze con qualche frittella di baccalà o una crocchetta.

Il Palau de la Música Catalana e il Mercat del Born sono i protagonisti principali del quartiere. Con attività teatrali, letterarie e musicali, il Mercat del Born ospita all’interno alcuni resti archeologici dell’antica disposizione del quartiere, un modo unico di tornare al passato!