Il Giorno del Teatro si assapora nei migliori palchi dell'America Latina
LETTURA

Il Giorno del Teatro si assapora nei migliori p...

Il Giorno del Teatro si assapora nei migliori palchi dell’America Latina

Creata nel 1961 dall’Istituto Internazionale del Teatro (IIT), la Giornata Mondiale del Teatro viene celebrata ogni 27 marzo dai centri dell’Istituto Internazionale del Teatro e dalla comunità teatrale internazionale, che organizzano eventi nazionali e internazionali e diffondono messaggi di diverse personalità del teatro a livello mondiale. Questo evento globale coinvolge tutte le scuole e in America Latina è vissuto con particolare enfasi nei templi delle arti sceniche che mantengono vivo il retaggio teatrale. Per questo ti consigliamo di conoscere i migliori teatri in America Latina: durante il tuo prossimo viaggio potrai farti coinvolgere dall’arte nella sua forma più pura.

Per saperne di più: Dato che non c’è un festival del cinema uguale all’altro, visitiamo tutti quelli dell’America Latina

WORLD THEATRE DAY sui palchi più rinomati dell’America Latina

  • Viaggi in America Latina in chiave culturale per celebrare la Giornata Mondiale del Teatro

I teatri dell’America Latina sono opere architettoniche che si distinguono per la loro bellezza e un’aura di magia e creatività che li rende irresistibili. Rappresentano anche le inquietudini e il passatempo più praticato di una società, portando in scena rappresentazioni storiche e anche le idee di nuovi artisti. La programmazione dei teatri latinoamericani è una scommessa colorata e fantasiosa, proprio come gli stessi interni di questi templi scenici, che offrono un’infinita varietà di colori, stili, decorazioni ed emozioni a fior di pelle.

Visitare questi luoghi è un’esperienza diversa, unica e stimolante che completerà il tuo viaggio in America Latina per renderlo indimenticabile. Poiché la lista è ampia e tutti i nomi risultano ugualmente accattivanti, ti proponiamo una selezione dei migliori teatri dell’America Latina per goderti le arti dello spettacolo come mai prima d’ora.

Per saperne di più: La mille e una Festa dei Fiori: l’America Latina si veste di colori!

  • Un epicentro culturale unico: i migliori teatri in Messico

In un Paese con più di 615 teatri si trova una delle città con il maggior numero di palchi al mondo: si tratta di Città del Messico, che ne possiede circa 140. Il distretto federale è diventato un punto di riferimento per la creazione, produzione e riproduzione di rappresentazioni teatrali nazionali e internazionali. Con un cartellone pubblicitario costante di oltre 160 opere, Città del Messico gode di una delle più grandi offerte teatrali al mondo ed è uno dei pochi paesi che importa grandi musical di Broadway e West End con grande successo al botteghino.

Per far sì che tu non ti perda nell’immensità della sua offerta, te ne consigliamo due in particolare:

Il Palazzo delle Belle Arti di Città del Messico: situato nel centro storico della città, questo palazzo è la culla culturale e lirica del paese, che ereditò dal Teatro Nazionale, e quasi inciamperai nel suo ingresso imponente se alloggerai nel moderno Barceló México Reforma, a un passo dalle principali aree di interesse della metropoli. La costruzione del nuovo complesso iniziò nel 1904, ma con la rivoluzione del 1910 i lavori cessarono e fu parzialmente abbandonato dal 1917 al 1929, dove venne utilizzato solo come centro per congressi.

Dia del teatro: México y su dramaturgia

Dal 1930 l’opera venne rilevata da Federico E. Mariscal, che lo completò il 10 marzo 1934 concludendo un legame generazionale, dal momento che il Palazzo delle Belle Arti condivide uno spazio con il giardino più antico della Città del Messico, l’Alameda, con quello che fu il primo grattacielo della capitale, la Torre Latinoamericana, con l’asse centrale di Lázaro Cárdenas e l’iconico Palazzo delle Poste e infine con la Casa de los Azulejos, del XVII secolo.

Il Teatro della Repubblica a Querétaro: luogo di importanti eventi storici, il teatro inizia a essere costruito nel 1845 per essere inaugurato poi il 2 maggio 1852 con l’ouverture Iturbide di Bonifacio Sánchez e lo spettacolo “Por dinero baila el perro y por el pan si se lo dan“. Originariamente battezzato Gran Teatro de Iturbide, nel 1922 ricevette il suo nome attuale. Fu eretto come epicentro della vita sociale locale a Querétaro durante la seconda metà del 19° secolo. Costituisce una delle visite obbligatorie per qualsiasi viaggio di piacere o di lavoro in città e si trova a poca distanza dall’hotel Occidental Querétaro e dalle sue numerose facilities per godere allo stesso modo delle giornate lavorative e turistiche.

  • Proposte sceniche d’avanguardia in Venezuela

Situato nella città di Maracaibo, il 24 luglio 1883 fu inaugurato il Teatro Baralt. Da allora, questo spazio, concepito originariamente per la diffusione delle arti sceniche regionali, ha dato il via alle avanguardie artistiche del Paese, con proposte anche innovative e rischiose, ma senza dimenticare l’omaggio ai classici come Lo schiaccianoci o Il flauto magico, che hanno continuato ad emozionare i loro spettatori.

Attualmente, il Baralt fa parte del progetto Eje Cultural del Zulia, sviluppato dall’Università di Zulia (LUZ) per promuovere la vita culturale della regione e che ha fatto sì che il Baralt diventasse un monumento nazionale. Dopo i lavori di ricerca storica e iconografica da parte dell’Università di Zulia, nel 1986 è iniziato il lavoro di restauro che si è concluso con la riapertura del teatro nel 1998, per il divertimento dei cittadini e di tutto il Paese.

  • Giornate di sole e di cultura si incontrano in Ecuador

Il Teatro nazionale Sucre, situato a Quito, in Ecuador, è uno dei più antichi teatri dell’opera in Sud America e nella città di Quito, così come il teatro più prestigioso in Ecuador, da quando è stato inaugurato nel 1886, prima del Teatro di Cristóbal Colón di Bogotà (1892), dell’Amazonas di Manaus (1896) e del Colón di Buenos Aires (1908). Segue un modello architettonico di ispirazione europea, perché è un teatro italiano, ed è stato testimone delle più grandi opere teatrali e orchestrali che hanno attraversato il Paese.

Dia Internacional del teatro: Ecuador

Come se ciò non bastasse, il teatro Sucre è stato anche la sede per eventi della vita politica nazionale, come l’assunzione della carica presidenziale di alcuni presidenti, i sindaci della capitale e altri eventi di grande importanza. Ecco perché è una sosta più che consigliata per immergersi nella storia di questo Stato, prima di visitare una delle affascinanti spiagge che punteggiano il Paese, come Playa de las Salinas, ad un passo dal resort Barceló Salinas dove ci si può rilassare dopo alcuni giorni di turismo intenso.

  • Buenos Aires si veste di festa per la Giornata Mondiale del Teatro

Il Teatro Colón di Buenos Aires, in Argentina, è considerato uno dei cinque più grandi teatri del mondo. Aperto il 25 maggio 1908, questo luogo è perfetto per deliziare i sensi con le migliori interpretazioni dell’opera e delle commedie di Shakespeare, tra cui spicca Macbeth. Il Teatro Colón è l’ambientazione perfetta per spettacoli di livello mondiale, grazie alla sua buona acustica, tra le tre migliori al mondo, e chiunque salirà sul palco è senza dubbio un artista pienamente consacrato. La sua sala principale è divisa in sette livelli e ha ben 2.487 posti. Visite guidate si svolgono ogni giorno della settimana per conoscere meglio questo iconico edificio.

Teatro argentino: Buenos Aires y su Teatro Colón

  • Non tutto è samba a Rio de Janeiro: scopri il miglior teatro anche in Brasile

Tra feste colorate e rinomate in tutto il mondo e una temperatura media che invita all’allegria in ogni sua spiaggia e baraccopoli, il Brasile riserva ancora un’altra sorpresa al viaggiatore: la squisitezza e la raffinatezza del Teatro Municipale di Rio de Janeiro. Considerato il più bello e importante di tutto il Paese e uno dei migliori teatri d’America, questo tempio culturale mostra come nessuno sforzo e risorse sono stati risparmiati nella sua costruzione, avvenuta tra il 1905 e il 1909.

L’aspetto estetico di questo teatro deriva dall’esser stato ispirato dal Teatro dell’Opéra Garnier di Parigi, così che si respira aria europea in ogni suo angolo. Oltre all’opera, anche l’orchestra sinfonica di Rio de Janeiro e la compagnia di balletto della città si incontrano in questo edificio e offrono un programma vario, capace di lasciarti sempre senza parole.