LETTURA

Occhio ai chili presi in vacanza: ora ad aiutar...

Occhio ai chili presi in vacanza: ora ad aiutarti a restare in forma c’è il B-LikEat

Inutile negarlo: il primo pensiero quando si va in vacanza non va al lettino comodo sulla spiaggia, e nemmeno alla sauna finlandese rigenerante o alla camera d’albergo super attrezzata. Non prendiamoci in giro: una delle cose che ognuno di noi realmente sogna prima di partire sono le scorpacciate al buffet, le enormi quantità di cibo che nei giorni di ferie ci concediamo, sperando che questi comportamenti non lascino tracce una volta tornati a casa.

La formula all inclusive invita alle scorpacciate

Purtroppo non è così: abbandonarsi al piacere della tavola e dei buffet disponibili in molti hotel, è, invece, un errore che accomuna tutti gli italiani, e non solo. Il più grande nemico della dieta in vacanza è sicuramente il pacchetto hotel all inclusive, che porta gli ospiti a farsi tentare da ogni tipologia di pietanza presente sulla tavola e che induce ad assaggiare dal primo all’ultimo piatto. Come se non bastasse, le porzioni a cui ci lasciamo abbandonare sono spesso abbondanti, riempiendo i piatti come se fosse l’ultima possibilità in vita di mettere qualcosa sotto i denti.

In vacanza si sta meno attenti al cibo

Non sempre stiamo attenti, come invece normalmente faremmo, al benessere del nostro corpo e non ci curiamo di assumere cibi sani e genuini. Al contrario, fritture, dolci, cioccolata e carboidrati abbondano, facendoci dimenticare le sane abitudini che tanto ci sono care nella nostra quotidianità. Soggiogati dai sapori e dagli odori del buffet, ci intratteniamo seduti a tavola per ore e, danno ancor peggiore, ripetiamo i pasti a intervalli brevissimi, senza concedere al nostro corpo una pausa dal cibo. Non curanti delle calorie che stiamo assumendo, ci dimentichiamo di fare del movimento, per smaltire almeno una parte del cibo in eccesso. Così torniamo alle nostre vite con un bel ricordo della vacanza trascorsa e l’incubo di qualche chilo di troppo da smaltire al più presto.

Ma non tutto è perduto. Con un po’ di buona volontà è possibile andare in vacanza e allo stesso tempo mangiare sano, concedendosi solo qualche sgarro. Basta un po’ di attenzione, soprattutto nella scelta delle strutture in cui ci si reca.

Il B-LikEat, programma alimentare sano e genuino

Presso gli hotel Barcelò Hotel Group, infatti, viene posta particolare cura agli ingredienti scelti per l’alimentazione. Molti sono, inoltre, i programmi pensati e ideati a favore del benessere e del mangiar sano. Fin dalla colazione, con B-LikEat, la catena alberghiera spagnola offre ai propri ospiti un programma nutrizionale  sano, genuino e attento ai prodotti, di provenienza territoriale e sempre freschi.

Partire da una prima colazione abbondante ma non troppo calorica è il segreto per non lanciarci sul buffet nei pasti successivi. Il concetto è stato realizzato con la nutrizionista Vanessa Losada che cha sviluppato il progetto B-LikEat grazie alle conoscenze specifiche sulle tendenze nel settore e sui benefici di un’alimentazione corretta. Questo programma aiuta gli ospiti a prendersi cura di se stessi anche lontano da casa, coinvolgendoli in un progetto d’innovazione culinaria, un programma speciale che è già presente presso Barcelò Torre De Madrid, nella capitale spagnola, e che presto ­­coinvolgerà anche le altre strutture della catena.