Visitare il Colosseo a Roma, un'icona in Italia e nel mondo
LETTURA

La grande bellezza di Roma in sul calar del sol...

La grande bellezza di Roma in sul calar del sole: visitare il Colosseo al chiaro di luna

Visitare il Colosseo, si sa, è un’esperienza imperdibile per chiunque decida di trascorrere qualche giorno nella città eterna, ma farlo di sera, “quando la luna se specchia dentro ar fontanone”, “quando l’arancia rosseggia ancora sui sette colli”, è tutta un’altra storia! Fino al 6 gennaio 2020, infatti, il Colosseo indosserà la sua veste migliore e si adornerà di luci ed effetti speciali che renderanno ancora più magica l’atmosfera di quello che è considerato il simbolo più rappresentativo di Roma e dell’Italia intera, vera e propria icona nel mondo. Una suggestiva illuminazione farà da sfondo a una speciale visita serale ai sotterranei, alle gallerie e alle arcate interne del Colosseo. L’appuntamento è ogni giovedì, venerdì e sabato dalle 18 alle 22 (dal 2 al 6 gennaio 2020 tutti i giorni) e permetterà di conoscere la storia del monumento antico più visitato al mondo in un percorso sensoriale ed emozionale in equilibrio tra la dimensione reale e quella onirica. L’edizione di quest’anno si intitola La luna sul Colosseo – Il sogno del gladiatore e rappresenta un’opportunità unica di fare una visita guidata del Colosseo dopo il tramonto e al di fuori dei consueti percorsi turistici, godendo della bellezza del monumento avvolto in un’atmosfera inusuale e in una luce speciale.

Visita serale del Colosseo: attrazioni turistiche di Roma nei mesi invernali

La visita al Colosseo di notte, al chiaro di luna, permetterà di ammirare quello che per secoli ha rappresentato lo svago e il divertimento del popolo romano da una prospettiva completamente nuova: dopo la visita ai sotterranei del Colosseo, infatti, i visitatori potranno assistere a una proiezione che, attraverso il sogno di un glorioso campione alla vigilia del combattimento, ricorda le gesta dei più valenti gladiatori i cui nomi sono a noi noti dalle fonti antiche. La storia è narrata da guide specializzate con immagini, voci e suoni che si attivano al passaggio dei visitatori e con le testimonianze delle emblematiche figure del passato: Marziale, Cassio Dione, S. Agostino, Artemidoro. La visita notturna del Colosseo è un gioco di ombre accarezzate dalla brezza serale che appaiono quasi per magia sugli antichi muri di uno dei posti più belli di Roma rappresentando belve feroci, animali esotici e, ovviamente, i gladiatori. Proprio lì, sull’arena dove avevano luogo spettacoli e cruente battaglie, il sipario si apre su “Il sogno del gladiatore”. Le immagini mettono in scena la notte precedente l’inizio dei giochi, prima cioè del momento più atteso dagli spettatori in cui i gladiatori sfidavano la sorte in combattimenti dimostrando coraggio e bravura, ma anche crudeltà e violenza. Visitare il Colosseo di notte sarà quindi un’immersione totale in un passato “colossale” e magnificente che cela ancora una Roma segreta da scoprire.

Visitare il Colosseo e conoscere la storia antica e l'archeologia dell’Anfiteatro Flavio

Il Colosseo: un monumento da record tra i più belli da vedere a Roma

Roma è considerata una delle più belle città del mondo. Il centro storico, racchiuso all’interno delle mura aureliane e delle mura gianicolensi, comprende ben 25.000 luoghi da visitare a Roma di interesse ambientale e archeologico. Ma è la storia che ha fatto grande la capitale d’Italia: Roma è una città con più di due millenni di storia alle spalle, dimora di imperatori e papi, e ogni angolo del centro storico è uno scrigno d’arte e di bellezza e i monumenti presenti rappresentano un simbolo indelebile. Il Colosseo ne è senza dubbio la testimonianza più grandiosa. Visitare il Colosseo significa conoscere il più grande anfiteatro al mondo, dichiarato nel 1980 Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e dal 2007 inserito tra le Sette Meraviglie del Mondo. Anche i suoi numeri sono da capogiro: 2.000 anni di storia, oltre 70.000 spettatori, 527 metri di perimetro, una superficie interna di oltre 3.000 metri quadrati, un’altezza di 48 metri, 7.000.000 visitatori nel 2019 (il sito italiano più visitato). Simbolo di Roma, oggi come nel passato, racchiude il fascino senza tempo e la capacità di far rivivere, anche solo per pochi minuti, le emozioni e le tragedie che per millenni si sono consumate in questo luogo.

Visitare il Colosseo in un percorso avvincente per conoscere la storia del monumento

Cenni storici prima di visitare il Colosseo

Il Colosseo è una preziosa testimonianza della capacità costruttiva degli antichi e dei giochi che si tenevano nell’arena con ricche e curate coreografie, proposti per la prima volta da Giulio Cesare e messi in atto da Tito. Da quando Vespasiano ne ordinò la costruzione nel lontano 72 a.C., divenne immediatamente simbolo della grandezza imperiale. Nonostante i vari usi che si sono succeduti nel tempo, come spazio per eventi celebrativi e combattimenti agli inizi; come area di sepoltura, castello, cava di materiali dal VI secolo; luogo sacro e infine chiesa consacrata a Cristo e ai martiri cristiani tra il XVII e il XVIII secolo, visitare il Colosseo continua ad essere un’esperienza ricca di fascino e conoscenza di un capolavoro di indiscutibile valore e di uno dei monumenti più visitati a Roma, amato dai romani e dal mondo.

Il Natale è ormai alle porte, noi consigliamo un viaggio per scoprire le cose più belle da vedere a Roma e per entrare al Colosseo all’imbrunire, quando tutti i turisti si accingono a rientrare nel loro hotel vicino al Colosseo, mentre voi avrete il privilegio di respirare a pieni polmoni tutta l’energia che trasmette la sua storia.