Viaggio in Grecia tra le isole del Peloponneso
LETTURA

Viaggio in Grecia tra le isole del Peloponneso

Viaggio in Grecia tra le isole del Peloponneso

Non è estate se non si parla di Mar Mediterraneo. E tra le tante meravigliose destinazioni che si affacciano su questo mare incredibile ce n’è una in particolare che è da considerare la regine di queste acque. Stiamo parlando della Grecia, sia quella continentale sia quella isolana. È forse uno dei Paesi al mondo con il maggior numero di isole: quelle greche, infatti, ricoprono un quinto della superficie del suo territorio. Stiamo parlando di oltre 25mila chilometri quadrati. , pari a 25.000 km². Numericamente le isole greche  supera, comprendendo le isolette, gli isolotti più piccoli fino gli scogli, supera le 6mila unità. Ma di queste soltanto 227 sono abitate. Insomma, la scelta è davvero ampia. Forse in una vita intera è impossibile visitarle tutte. Per questo piccolo viaggio nell’infinito e suggestivo mondo greco abbiamo scelto delle piccole isole di fronte alla regione del Peloponneso.

Le preferite dagli ateniesi

Stiamo parlando delle isole rocciose di origine vulcanica che emergono nella zona chiamata Argo-Saronico. I loro nomi sono Egina, Idra, Poros e Spetses. Tutte queste perle del Mediterraneo sono le preferite dagli ateniesi grazie anche alla vicinanza con la capitale, Atene. Egina, in particolare, è chiamata la “spiaggia di Atene“. Molto importante nell’antichità quest’isola, ancora oggi, porta con sé molti resti di grande interesse archeologico come, per esempio, il Tempio dorico di Afaia che per la sua complessità architettonica quasi del tutto rimasta intatta, ricorda i dipinti di Escher. Egina, inoltre, è nota anche per un’altra “gustosa” particolarità: i suoi pistacchi, considerati tra i migliori della Grecia.

Poros, la regina dei limoni

Poros si definisce un’isola, ma in realtà è attaccata al continente da una sottile striscia di terra lunga 450 metri. Il suo nome, Poros, infatti, significa “passaggio”. Anche quest’isola è molto apprezzata dai cittadini di Atene che nel fine settimana si deliziano delle sue acque cristalline. La sua caratteristica è la città che è situata a cavallo di due specie di isolotti, Sfairia e Kalavreia, separate da un canale artificiale.  E poi, qui ci sono delle incredibili e suggestive piantagioni di limoni che meritano senz’altro una visita e un assaggio. Dal punto di vista culturale è di dovere assistere a una rappresentazione di arte drammatica antica presso il Grande Teatro di Epidauro in un borgo che si chiama Nauplio che si trova sulla costa continentale. Infine, da vedere sull’isola c’è il Tempio di Poseidone, di cui sono rimaste in piedi poche colonne, ma è un posto, si dice, magico.

Idra, la bella, tra mito e storia

L’arrivo a Idra, forse la più bella di queste isole, è di grande impatto: il porto a ferro di cavallo offre una serie di costruzioni basse in pietra bianca e tetti rossi che compongono un borgo davvero delizioso. Per la sua bellezza Idra è considerata monumento nazionale. Nonostante sia molto gettonata sia dai greci sia dai turisti di tutto il mondo è ancora una piccola perla incontaminata: non molto trafficata ma ricca di movimento e di proposte per i viaggiatori. Abitata in passato da ricche famiglie è piena di bellissimi palazzi da visitare come quello di Voulgaris, quello di Tompazi e, infine, quello di Koundouriotis. A questi si aggiunge senz’altro il museo degli archivi storici situato sul lungomare orientale. Non si può non fare il bagno sulla spiaggia sabbiosa, l’unica dell’isola, chiamata Mandraki nei cui pressi ci sono diversi piccoli borghi con le tipiche taverne affacciate sul mare. Anche a Idra non mancano resti archeologici e magnifici monumenti come, per esempio, il monastero di Profitis Ilias e il convento di Agia Efpraxia.

Spetses, perfetta da visitare in sella a un bicicletta

Ultima, ma non per fascino, è l’isola di Spetses, nota anche per aver ospitato per molti anni lo scrittore inglese John Fowles. Molto apprezzata dalla borghesia di Atene per la sua esclusività, questa perla ha una spiaggia che merita il viaggio. Stiamo parlando di Agioi Anargyiroi, lunghissima, di sabbia fine e con un’acqua cristallina davvero unica. Tutta l’isola è piena di case maestose e giardini splendidi, come Dapia, una casa privata oggi museo aperto al pubblico. Il modo migliore per girare l’isola è in sella a un bicicletta: nonostante il territorio sia collinoso si presta bene per tour su due ruote.

Thermisia, tra lusso e benessere

Sulla costa poi c’è un resort esclusivo da cui fare base che vi conquisterà per comodità, lusso e panorami da sogno. È il Barcelò Hydra Beach Resort situato a Thermisia, nei pressi della suggestiva località di Ermioni, e affacciato sull’isola di Idra. Perfetto per chi viaggia in coppia o con la famiglia, il resort offre servizi esclusivi tra cui la possibilità di vivere il centro termale. Insomma, oltre al confort tipici di una struttura quattro stelle, sono previste delle coccole per il vostro benessere. Buona vacanza!