Las Fallas di Valencia per accogliere la primavera con i botti
LETTURA

Las Fallas: Valencia dà il benvenuto alla prima...

Las Fallas: Valencia dà il benvenuto alla primavera

È stata dichiarata dall’UNESCO nel 2016 “Bene Immateriale dell’Umanità”. È la festa più famosa e conosciuta di Valencia, che combina tradizione, satira e arte.

Ami la polvere nera dei fuochi d’artificio, i petardi giganteschi, le feste popolari spagnole, il carnevale e la primavera? Non ci sono dubbi, sul calendario spagnolo delle festività c’è una data pensata apposta per te: è il 1º marzo, il giorno di inizio della festa più scoppiettante dell’anno: Las Fallas di Valencia. A partire dal primo giorno del mese primaverile per eccellenza, fino al 19 marzo, giorno di chiusura della festa di Valencia, l’appuntamento imperdibile è in Plaza del Ayuntamento alle 14:00 per festeggiare l’evento pirotecnico più atteso da turisti e gente del posto: la Mascletà, un vero e proprio terremoto di petardi che rende onore alla terra dei fuochi di artificio.

Tappati le orecchie, stanno per iniziare Las Fallas!

Feste e tradizioni: il significato della “falla”

Il termine “falla” deriva dal latino facula, una fiaccola utilizzata anticamente per illuminare, ma accesa anche in occasione di festeggiamenti o per celebrare dei momenti di felicità. Il significato evolve poi in fogata, in riferimento al fuoco che si accendeva per un incontro o un evento speciale: una stagione che si conclude per lasciare spazio a un’altra, il giorno di un santo protettore o per annunciare e celebrare la vittoria di una battaglia. Una cosa è certa: sin dall’antichità il fuoco è allegria, festa e momenti speciali.

Nasce poi quella tradizione centenaria di Valencia, secondo la quale nel giorno di San Giuseppe i falegnami della città avevano l’abitudine di ripulire le botteghe.

I trucioli, le polveri e gli scarti venivano posizionati all’esterno delle botteghe per essere bruciati. A questi veniva aggiunto sempre il parot: una lampada in legno usata durante l’inverno per illuminare i piccoli locali di lavoro.

Un rito simbolico per dare il benvenuto alla primavera, al quale si univano anche gli abitanti della zona che portavano gli oggetti vecchi di cui volevano sbarazzarsi.

Gli imprescindibili de Las Fallas di Valencia: illuminazione, musica e statue di cartapesta

Oggi le fallas sono delle colossali creature (chiamate Ninot) di cartapesta, legno e cartongesso che artisti e scultori locali realizzano durante tutto il corso dell’anno. Con il loro carattere satirico, riproducono personaggi politici, sportivi, o eventi attuali, che lasciano il visitatore impressionato per la loro maestosità, la fantasia, i colori e la ricchezza di particolari.

 

Cosa fare a Valencia durante Las Fallas

Dichiarata dall’UNESCO Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità, Las Fallas è oggi una festa di Valencia di interesse turistico internazionale. Valencia, un esempio di modernità, porto del Mediterraneo e sede di grandi eventi, si trasforma a marzo in una città dedicata alla sua festa, alla musica e alla polvere pirica. La cosa più tradizionale da fare in questo periodo è passeggiare per le strade della città e contemplare l’illuminazione delle vie, che crea dei meravigliosi giochi di luce e prospettiva; vedere le statue disseminate in ogni angolo della città e osservare come si rivela la fantasia popolare che prende forma e diviene qualcosa di reale da toccare, vivere e ricordare; seguire una delle numerose bande musicali che sfilano per le vie del centro accompagnando le commissioni con le falleras mayores e le loro corti in prima fila… Durante la passeggiata non dimenticatevi di provare un delizioso cioccolato e qualche bunyols di carabass o una rinfrescante horchata de chufa, la bevanda tipica di Valencia. Un consiglio: affrettatevi a scegliere dove pernottare a Valencia, sono in tanti a voler assistere a questa straordinaria festa spagnola!

Programma della Settimana Fallera, festa di interesse turistico internazionale

La Crida

Letteralmente significa la “chiamata”, è uno degli atti de Las Fallas più emozionanti per i valenciani. L’ultima domenica di febbraio, dalle Torri de Los Serranos (una delle più antiche porte della città di Valencia), la Fallera Mayor (la regina della festa di Valencia) compie la crida invitando tutti i valenciani e tutta la gente presente a visitare Valencia e a partecipare e conoscere Las Fallas. L’evento si conclude con l’inno regionale e quello nazionale e uno spettacolo pirotecnico. Valencia è ufficialmente “in Fallas”!

L'offerta floreale della patrona di Valencia durante Las Fallas, la decorazione del mantello

L’ofrenda

È un’offerta floreale alla patrona della città di Valencia, La Virgen de los Desamparados. Davanti alla facciata principale della Chiesa a lei dedicata viene allestita una scultura in legno della Vergine e ogni fallera, accompagnata da un fallero, porta mazzi di fiori alla patrona con cui viene decorato il suo mantello.

Castillos e Nit del Foc

Tutte le sere a mezzanotte, dal 15 al 18 marzo, il cielo di Valencia si riempie di luce e colori grazie ai bellissimi fuochi artificiali che si fanno nel vecchio letto del fiume Turia.

I fuochi d´artificio vengono fatti in tutto il mondo, ma chi vede quelli valenciani durante Las Fallas e, in particolare, quelli della “Notte del Fuoco”, il 18 Marzo, vedrà i più belli della sua vita. Dopo questa lunga notte, il grigiore dell’inverno scomparirà e l’indomani il tepore primaverile riscalderà il cuore di tutti.

Consegna dei premi delle Fallas

La mattina del 17 marzo le falleras e le loro commissioni si presentano in Plaza del Ayuntamiento per ricevere il premio corrispondente. Per poter prendere una decisione, la giuria avrà visitato tutti i monumenti artistici della città, oltre 750 tra grandi e infantili!

La cremà

L’ultimo giorno si respira un’aria diversa, tutti si preparano alla conclusione della festa di Valencia. Alla sera ogni monumento della città sarà bruciato, prima le fallas piccole poi quelle grandi, per un totale di 700 monumenti artistici. Non resta che scegliere la falla che ci è piaciuta di più e prepararsi per la nuova stagione!

Las Fallas sono il risultato di una lunga e paziente preparazione spirituale e materiale, la combinazione perfetta tra rituali pagani e religiosi che si conclude con il fuoco, le ceneri, poi il silenzio. Un silenzio quasi inverosimile, dopo le lunghe giornate di festa a Valencia. Ma da quelle ceneri rinascerà una nuova vita, piena e rigenerata. Non vi resta che viaggiare a Valencia a marzo e vivere questa rinascita!