LETTURA

Royal Hideaway Corales Resort, migliore nuovo h...

Royal Hideaway Corales Resort, migliore nuovo hotel del 2018 per gli European Hospitality Awards

Non è ancora aperto, ma il Royal Hideaway Corales Resort è il migliore nuovo hotel 2018, secondo gli European Hospitality Awards (EHA). I premi, organizzati dalla rivista britannica Hotel Management International, premiano l’eccellenza dei migliori hotel internazionali e, in questo caso, il premio come migliore nuovo hotel del 2018 –Opening of the Year-, che premia l’hotel di nuova costruzione con maggiore interesse per quanto riguarda le innovazioni architettoniche, le strutture e il design degli interni, è stato assegnato al Royal Hideaway Corales Resort.

Perché il Royal Hideaway Corales è il migliore nuovo hotel del 2018?

Quindi la domanda da un milione di dollari è: cosa ha di particolare questo hotel per ricevere un premio così importante? Innanzitutto, se osserviamo il disegno, ad opera del celebre architetto canario Leonardo Omar, ci ricorderà inevitabilmente una nave. I due edifici, collegati da una passerella e completamente circondati dal mare, potenziano ancora di più questo effetto. E per rendere ancora più stretta la fusione dell’hotel con l’ambiente, gli interni si ispirano ai fondali marini con le forme frattali dei coralli che circondano l’isola.

Come dimostrazione, basta entrare in una delle reception dove, all’ingresso, ti sentirai come se ti fossi immerso in una vera e propria grotta marina. Non manca proprio nulla, le pareti sono di roccia naturale e la stanza è circondata da piccole lagune interne. I dettagli sono curati a tal punto che ti stupirai di vedere un essere umano senza scafandro!

La divisione in due edifici non è casuale: uno di essi è un hotel Adults-Only, formato da 121 Junior Suite da 55m2 e imponenti terrazzi da 20m2 con vista sull’oceano. 21 camere, inoltre, dispongono della vasca idromassaggio. L’altro edificio, rivolto soprattutto a famiglie e a gruppi di amici, è costituito da 114 Suite Deluxe, ville Suite e penthouse esclusive da 1, 2 o 3 camere con sala, cucina annessa, grande terrazzo con vista sul mare e piscina privata in 54 camere. Intorno ai due edifici, gli ospiti potranno godere di oltre 10.000 m2 di ampi giardini e piscine climatizzate di acqua salata.

Maresía, cucina all’avanguardia

Oltre al disegno straordinario e all’avanguardia, il Royal Hideaway Corales Resort si distingue anche per la sua cucina che è approdata sull’isola grazie ai fratelli Padrón. Juan Carlos e Jonathan Padrón sono i responsabili di El Rincón de Juan Carlos, il ristorante che l’anno scorso ha ottenuto una stella Michelin. È a loro che si deve la nascita di Maresía, uno spazio diviso in tre concetti gastronomici diversi: una zona dedicata ai cocktail, il ristorante stesso e il bar-piscina, tutti con la cucina e l’identità canaria ben impressa.

Tra le proposte dei fratelli Padrón per Maresía spiccano piatti quali: anguilla affumicata con lamponi e salsa teriyaki, dumpling al muso di maialino nero, gamberone in salsa della sua testa e tapioca, cernia con gazpachuelo all’aceto macho, cosciotto di agnello con alici, topinambur e cacao, ostriche con aceto di lici… E come dessert spicca il gelato di Rémy Martin o la granita all’arancia con zagara, maracujá e gelato al cardamomo.

Esperienze su misura dei clienti

In un hotel, oltre al disegno e alla cucina, quello che segna la differenza sono le esperienze messe a disposizione del cliente. Anche in questo il Royal Hideaway Corales si distingue da tutti gli altri, perché ha creato un concetto di lusso innovativo offrendo programmi disegnati per connettersi con la vera essenza dell’isola e dell’oceano, scoprendo il modo di vivere più autentico di Tenerife. Un star night cruise per contemplare le stelle in mezzo al mare senza l’inquinamento luminoso, un’immersione a El Hierro per vedere i coralli o sorvolare in elicottero sia l’isola che il Parco Nazionale del Teide, sono solo alcune delle attività proposte.

E non sono solo attività da svolgere all’aria aperta. L’hotel offrirà anche programmi privati all’interno delle camere, come il servizio Chef in room nelle ville, suite e penthouse con cucina, dove potrai degustare una cena in privato elaborata in esclusiva da uno chef, o il Mindfullnes massage, un trattamento nelle suite dotate di piscina.

Tre hotel del gruppo tra i migliori

Oltre al Royal Hideaway Corales Resort, sono stati nominati altri due hotel del Barceló Hotel Group: La Bobadilla, a Royal Hideaway Hotel, l’esempio perfetto del turismo di lusso Eco Slow, situato nella montagna di Loja, a Granada; e il Barceló Torre di Madrid, uno dei cinque hotel stella del gruppo nella capitale e hotspot madrileno fin dalla sua inaugurazione all’inizio del 2017, grazie alla proposta di tendenze che si basano sull’‘Unconventional Experience’. Entrambi miravano rispettivamente al Green Hotel of The Year e al New Hotel Opening.