LETTURA

La Giornata Mondiale della Neve, vacanza sugli ...

La Giornata Mondiale della Neve, vacanza sugli sci in Andalusia

Alla scoperta delle piste più belle della Sierra Nevada facendo base nella splendida Granada .

Sapevi che esiste la Giornata Mondiale della Neve? Ebbene sì, dal 2012 la Federazione Internazionale di Sci (FIS) organizza il World Snow Day. È un progetto su scala mondiale chiamato “Bring Children to the Snow” (letteralmente portiamo i bambini sulla neve) per far conoscere ai bambini e alle loro famiglie il mondo della neve e muovere i primi passi su sci o snowboard, vivendo un’esperienza unica e divertente.

La Giornata Mondiale della Neve e le piste più belle della Sierra Nevada

Sulla coltre bianca della Sierra Nevada per celebrare la Giornata Mondiale della Neve

Quest’anno la Giornata Mondiale della Neve sarà celebrata il 20 gennaio. Pensi di essere a casa o credi di poterti regalare qualche giorno sulla neve? Abbiamo una proposta per te: la Sierra Nevada. Si tratta della stazione sciistica più meridionale d’Europa, situata in Andalusia, famosa per aver ospitato il Campionato Mondiale di Sci Alpino del 1996, l’Universiade invernale del 2015 e i Campionati mondiali di snowboard del 2017. La stazione dispone oggi di un comprensorio sciistico di oltre 105 chilometri sciabili suddivisi in 124 piste (20 verdi, 42 blu, 55 rosse e 7 nere).  Le aree sciistiche sono 6: Veleta, Laguna de las Yeguas, Borreguiles, Loma Dílar, Parador e Río. Per i più abili la pista rossa El Águila è la più lunga, con otre 6 chilometri di discesa, mentre Borreguiles, Cahuchiles-Parador e Río Monachil offrono le piste più facili.

Nei giorni migliori, quando il cielo è particolarmente terso, salendo sulle piste di Veleta e Laguna, si può addirittura scorgere il mare e la costa mediterranea, uno spettacolo indimenticabile per chi ha la fortuna di viverlo.

Per gli amanti del freestyle, il Superparque Sulayr è l’ideale per qualche acrobazia sulla neve, dove ci sarà spazio anche per bambini e principianti; chi, invece, preferisce la tranquillità della notte niente di meglio delle piste con luci artificiali di Río e Maribel per praticare lo sci notturno e abbandonarsi allo spettacolo della Sierra Nevada con la sua coltre bianca illuminata.

Da non perdere nemmeno il Palazzetto del ghiaccio di Mirlo Bianco, che si trova a Pradollano, dotato di pista di pattinaggio, scivoli, snowbike, tiro con l’arco, percorso con slittino su rotaie e attività per i più piccoli. Anche per chi non sa sciare, impossibile annoiarsi. Tra le proposte più allettanti citiamo: escursioni guidate, noleggio motoslitte o gatto delle nevi e trekking nel Parco Nazionale della Sierra Nevada, dichiarato Riserva della Biosfera dall’Unesco nel 1986.

Festeggia la Giornata Mondiale della Neve a Granada

Un bianco riposo in uno degli hotel per sciatori nella Sierra Nevada, Granada

E per riposarsi dopo una lunga giornata sugli sci, niente di meglio di un hotel per sciatori nella Sierra Nevada o nella splendida città di Granada.

Granada sarà il coronamento di questa vacanza in occasione della Giornata Mondiale della Neve 2019.

Il punto di partenza per la visita di questa perla andalusa potrebbe essere un hotel per sciatori a Granada, dove rimettersi in forze dopo le discese e gli slalom sui versanti della Sierra Nevada.

Ultima città riconquistata dai Re Cattolici nel 1492, ha mantenuto intatta un’inconfondibile atmosfera araba, che possiamo percepire nella sua cucina, nell’artigianato e nell’assetto urbanistico.

Crocevia di storie e culture, custodisce tre anime che convivono placidamente nello stesso spazio.

Approfitta della Giornata Mondiale della Neve per conoscere la città di Granada

Le tre anime di Granada da scoprire nella Giornata Mondiale della Neve 2019

Granada moresca

È la Granada che ha il Generalife e l’Alhambra come opera maestra della raffinata arte e cultura islamica che ha imperato nella Penisola Iberica per sette lunghi secoli. Abbandonandoci alle fragranze dei fiori annaffiati da fontane e irrigatori sparsi nei giardini del palazzo, conosceremo il Patio de la Acequia e il Patio del Cipresso della Sultana; seguendo il fruscio dell’acqua, elemento vitale e decorativo del palazzo, giungeremo alla Scala dell’Acqua; e se vogliamo rivivere anche solo per un attimo lo splendore del regno nazarì possiamo visitare i tre palazzi che si conservano integri della città palatina: il Mexuar, il Palazzo dei Comares e il Palazzo dei Leoni. Icona dell’apogeo artistico della cultura araba, la famosa fontana centrale del Patio dei Leoni è un altro elemento che crea un’architettura poetica che stimola l’immaginazione.

La Granada musulmana non avrebbe senso senza il suo quartiere arabo, l’Albaicín, un intrigato labirinto di stradine che profumano di gelsomino e bouganville, di miele e cannella. Dal 1984 l’Albaicín è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Granada cristiana

Simbolo per eccellenza della Granada cristiana, è l’imponente cattedrale costruita su ordine dei Re Cattolici sull’antica Moschea Maggiore dopo la conquista cristiana della città nel 1492. Nella Cappella Reale, annessa al tempio, riposano le spoglie dei monarchi. Il centro storico è anche il posto ideale dove addentrarsi nel mondo delle tapas, e provare le deliziose melanzane fritte, il pescaíto fritto, la rosca o i calamari, il tutto servito generosamente chiedendo una semplice birra alla spina.

Granada gitana

Il Sacromonte, costellato di casette bianche tra agavi e fichi d’india, è il quartiere gitano di Granada e la culla del flamenco. I gitani vivono tuttora nelle suggestive grotte, scavate appositamente sul fianco della collina, dando vita a uno degli angoli più pittoreschi di Granada, un punto di attrazione per coloro che cercano le leggende e tradizioni che si fondono con la semplice vita quotidiana. Di sera in alcune grotte è possibile vedere uno spettacolo di flamenco o zambra gitana. Non resta che scegliere una grotta, di quelle con la chitarra appesa alla porta e le nacchere alle finestre, e presto vi troverete a improvvisare un ballo pieno di energia e sensualità!

È facile innamorarsi di Granada, del suo clima, della sua gente, delle sue strade e dei suoi belvedere. Terra di cultura, storia e natura, Granada è la meta ideale per gli amanti dello sport che desiderano celebrare la Giornata Mondiale della Neve. Armati di sci e macchina fotografica e vieni a vivere la città da le mille e una notte.